Tra leggende sull’”adrenocromo” e pedofilia reale, certa moda strizza l’occhio agli orchi?

OGGI NEL LIBEROQUOTIDIANO

di Andrea Cionci

In un momento di aggressione all’infanzia mai vista nella storia, alcuni fanno vestiti per bambini con ammiccamenti sessuali.

L’impressione è che si stia per scoperchiare un enorme, raccapricciante vaso di Pandora. Dell’altro ieri i 50 arresti in 15 regioni italiane per traffico di materiale pedopornografico che confermano anche il progressivo affermarsi dell’”infantofilia”: l’atroce abuso sui neonati, a volte persino impiegati – come è stato documentato – in pseudo-rituali a sfondo esoterico.

Questo è confermato dall’Associazione “Meter”, fondata da don Fortunato Di Noto, che ha da poco divulgato il report 2019 nel quale si denuncia il raddoppio del materiale pedopornografico segnalato (7 milioni di foto rispetto ai 3 del 2018) e l’aumento pauroso di questa criminale parafilia forse in parte collegata anche alla sparizione di minori, decuplicata in Italia negli ultimi in 10 anni.

Anche in Germania, Gran Bretagna, Belgio – scrive Benedetta Frigerio sulla Nuova Bussola Quotidiana – negli ultimi mesi, ci sono stati centinaia di arresti per violenze su migliaia di bambini, ma si teme a indagare nel mondo civile: le prove scompaiono, i bravi detective vengono sostituiti e i processi si arrestano. La Germania ha riconosciuto la corruzione di Polizia e istituzioni, ma le pene sono state minime. La grande stampa tace o riduce tutto a “brevi” di cronaca.

Eppure l’argomento, sebbene scabrosissimo, sembrava giornalisticamente interessante, basti ricordare la tempesta di abusi da parte di preti citati dalla stampa durante l’ultimo anno di pontificato di Benedetto XVI. Poi è passato di moda. Alcuni cattolici fedeli al papa emerito sostengono che si fosse trattato di una precisa strategia per costringere Ratzinger alle dimissioni, peraltro recentemente messe in discussione in un nostro articolo tradotto in quattro lingue dal decano dei vaticanisti italiani, Marco Tosatti.

Continua a leggere >

Leave a Comment (See About Page for comment policy)

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.