Chi ha ragione? Avv. Catania o Generale Pappalardo?

 

Commento di Fra Alexis Bugnolo sul Video di Avvocato Catania

ITALIANO

La posizione dell’avvocato Catania non è che si debba ricorrere alla violenza, ma che la protesta pacifica non otterrà nulla, perché il Movimento 5 Stelle si è dimostrato disposto a tutto tranne che a rinunciare al potere.

Un errore nel commento dell’avvocato Catania sulla posizione di Pappalardo è che egli ritiene che la Corte Costituzionale possa dichiarare l’incostituzionalità di una legge, ma lasciare che i suoi effetti rimangano, in quanto gli effetti si sono verificati prima della sentenza della Corte. Questa posizione è semplicemente illogica. La Corte deve decidere se qualcosa è o meno costituzionale. Se è costituzionale, i suoi effetti sono costituzionali. Se non è costituzionale, non lo sono nemmeno i suoi effetti. E se la Corte può rendere gli effetti di una legge che giudica NON costituzionale, costituzionale o legittima, allora la Corte non è una Corte costituzionale, è un potere sovrano che può intervenire e permettere cose che vanno contro la costituzione. Ma la Costituzione italiana non conferisce alla Corte costituzionale l’autorità di un Leviatano né di Dio.

Pertanto, quando la Corte costituzionale nel 2014 ha dichiarato l’incostituzionalità della legge elettorale utilizzata per eleggere i parlamentari nel 2013, non aveva l’autorità di dichiarare che gli eletti da essa eletti potessero sedersi. E quindi il generale Pappalardo ha ragione a dire che tale parlamento non aveva l’autorità di eleggere il presidente della Repubblica Mattarella, né di emanare leggi di alcun tipo.

La differenza fondamentale, tra la posizione dell’Avv. Catania e quella del Generale Pappalardo, è che il generale ha il naturale senso della giustizia come esiste nell’ordine oggettivo, ma l’avvocato considera solo ciò che è giusto sulla base delle leggi o delle sentenze dei tribunali, scritte da uomini.

Se i diritti che sono citati nella Costituzione italiana esistono indipendentemente dalla Costituzione, allora anche la più alta corte deve rispettarli come inviolabili, e quando non lo fa e emette una decisione che permette gli effetti di una legge incostituzionale, allora ha emanato un colpo di Stato contro l’ordine costituzionale. E questo non può che essere corretto dal Popolo, che sono i sovrani di quei diritti, che preesistono alla costituzione.

ENGLISH

The position of Attorney Catania is not that violence should be used, but that peaceful protest will achieve nothing, because the 5 Start Movement have shown themselves wiling to do anything but give up power.

One error in Attorney Catania’s commentary on Pappalardo’s position is that the Attorney holds that the Constitutional court can rule that a law is unconstitutional, but allow its effects to remain, on account of the effects having occurred prior to the judgement of the Court.  This position is simply illogical. The court must decide whether something is or is not constitutional. If constitutional, its effects are constitutional. If it is not constitutional, neither are its effects. And if the Court can make the effects of a law which they judge to be NOT constitutional, constitutional or legitimate, then the Court is not a Constitutional Court, it is a sovereign power which can intervene and allow things which run contrary to the constitution.  But the Italian Constitution does not give the Constitutional Court the authority of a Leviathon nor of God.

Therefore, when the Constitutional Court in 2014 ruled that the electoral law which was used to elect Parliamentarians in 2013, was unconstitutional, it had no authority to declare that those elected by it could be seated. And hence General Pappalardo is correct that such a parliament had no authority to elect Mattarella President of the Republic, nor issue any laws whatsoever.

The key divide here between Attorney Catania’s position and that of General Pappalardo, is that the General has the natural sense of justice as existing in the objective order, but the Attorney only considers what is just on the basis of laws or sentences of courts, written by men.

If the rights which are named in the Italian Constitution exist independently of the Constitution, then even the highest court must respect them as invioble, and when it does not and hands down a decision which sanctions the effects of an unconstitutional law, then it has enacted a Coup d’etat against the Constitutional Order. And that can only be corrected by the People, who pre-exist the constitution are are its sovereigns.

Leave a Comment (See About Page for comment policy)

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.